- Orangemarine Community - http://community.orange-marine.it -

Proteggersi dal freddo in navigazione

Continua a navigare anche in inverno grazie all’abbigliamento adatto!

Ritira crema solare e costumi da bagno, siamo ormai in inverno; ma questo non significa mettere da parte la propria passione. Ai giorni nostri, l’ingegneria tessile permette di indossare capi tecnici che permettono di affrontare ogni situazione climatica.

Per una navigazione a prova di freddo, occorre vestirsi seguendo il principio dei 3 strati:

[1]

Il primo strato, denominato anche Underwear Termico, è il più vicino alla pelle. Il suo ruolo, oltre all’essere confortevole in funzione del contatto diretto con il tuo corpo, è di assicurare una buona traspirazione durante gli sforzi. Se l’umidità non viene rilasciata, essa si condensa sul corpo.         Per scegliere correttamente il primo strato bisogna verificare le seguenti caratteristiche: il taglio deve essere ergonomico ed elastico per potersi adattare meglio al corpo; il capo deve essere senza cuciture per evitare sfregamenti e irritazioni. Infine, il materiale utilizzato deve essere di preferenza microfibra o Polartec; quest’ultimo scalda più della microfibra.

 

[2]

 

Il secondo strato, o strato intermedio, conserva il calore e consente la traspirazione verso l’esterno: gioca quindi il ruolo di isolante termico. L’aria è l’isolante naturale più efficace; i pile imprigionano l’aria tra le loro fibre. Questo secondo strato comprende i pile e i softshell; questi ultimi hanno la particolarità di essere idrorepellenti e tagliavento. Si possono indossare in estate o nella mezza stagione come ultimo strato. A confronto, i pile sono morbidi al tocco e traspiranti.

 

 

[3]

 

Il terzo strato, costituito dalla giacca cerata, ti protegge dagli agenti esterni (vento, pioggia, schizzi d’acqua), permettendo allo stesso tempo la traspirazione. Oltre a essere confortevole, deve adattarsi al tuo programma di navigazione e alla stagione in corso. Esistono numerosi modelli: giacca cerata costiera, da altura e da regata. Per maggiori informazioni leggi la nostra guida  Scegliere la giusta giacca cerata [4]


 

 

Ciascuno di questi strati è importante. È fondamentale indossarli tutti durante la navigazione invernale. Una giacca di qualità indossata su un capo in lana o cotone non sarà molto utile; questo infatti assorbe e trattiene l’umidità.

 

Come mantenere il tuo equipaggiamento:

Riguardo la cura dei tuoi capi d’abbigliamento tecnico, si raccomanda un lavaggio a 30°. Utilizza un detersivo senza ammorbidente né fosfati. È preferibile un’asciugatura all’aria aperta. Evita il ferro da stiro, il lavaggio a secco e l’asciugatura a tamburo.

 

I CONSIGLI ORANGEMARINE

Le estremità del corpo umano hanno una temperatura inferiore rispetto alla parte centrale (37° contro i 39° del cuore ad esempio). Inoltre, quando la temperatura si abbassa, la circolazione sanguigna diminuisce verso le estremità per proteggere e continuare a irrogare gli organi vitali. Viso, collo, mani e piedi si raffreddano quindi più velocemente; bisogna perciò proteggerli efficacemente.

In aggiunta ai tre strati basilari, dovrai pensare a proteggere:

–       La testa, dove si disperde il 50% del calore prodotto. Procurati un berretto spesso [5].

–       Il collo, con uno scaldacollo [6] in micropile.

–        Le mani, con un paio di guanti [7] adatto alla tipologia di navigazione. Per maggiori informazioni, consulta la nostra guida “Scegliere il giusto paio di guanti da barca” [8].

–        I piedi, con calze in pile [9] e stivali traspiranti e impermeabili [10]. È bene che siano forniti di ghette rimovibili che impediscano l’entrata dell’acqua tra la salopette e gli stivali.

 

Non dimenticare la regola delle 3F: freddo, fame, fatica = mal di mare assicurato.

Se cominci a sentirti male a bordo della tua barca, vai sotto coperta per metterti al caldo. Togli la giacca cerata, la salopette e il pile. Bevi e mangia cibi caldi e chiudi gli occhi qualche minuto. In poco tempo i tuoi vestiti si asciugheranno e tu sarai asciutto e riposato. A questo punto potrai riprendere posto sul ponte in ottima forma.