Le scarpe da barca

Le scarpe da barca

Le scarpe da navigazione

Che tu sia un mozzo alle prime armi o un vecchio lupo di mare, per scegliere le tue prossime scarpe da barca hai a disposizione un’ampia selezione di materiali e di livelli di tecnicità!

Oltre a dare un certo stile, le scarpe da navigazione presentano alcune caratteristiche che le rendono indispensabili a bordo. Si suddividono in due categorie:

I mocassini tradizionali, o scarpe da barca. Calzature indispensabili fin dagli anni ‘70, periodo in cui fu creata la famosa DOCKSIDE della Sebago.
Sono prodotti in cuoio generalmente cucito a mano su una suola in gomma striata antisdrucciolo. Pensati principalmente per le navigazioni estive o una pratica occasionale e tranquilla, si adattano facilmente allo stile cittadino.

 

Manutenzione: le scarpe da barca devono essere risciacquate e asciugate rapidamente in caso di contatto con l’acqua di mare, questo per conservarle il più a lungo possibile e per evitare la corrosione degli occhielli. Infine, non applicare grasso od olio sulle scarpe impermeabili.

 

Scarpe tecniche da navigazione, realizzate a partire da materiali sintetici. Queste scarpe dal look moderno, simili alle scarpe sportive, hanno il vantaggio di tenere ben saldi piedi e caviglie. Sono spesso composte a partire da materiali molto leggeri e drenanti come l’EVA. Le suole di queste scarpe sono progettate per favorire un’aderenza ottimale sul ponte umido grazie al sistema di drenaggio e a speciali strisce aderenti. Esse hanno inoltre un buon ammortizzamento e sono da preferire per la navigazione sportiva.

 

I CONSIGLI ORANGEMARINE

Se utilizzi le scarpe al di fuori della barca, assicurati di pulirle da tutte le impurità (sassolini, sabbia…) al fine di non danneggiare il ponte della barca.

In base alla stagione, potrai scegliere anche degli stivali impermeabili e traspiranti. Qui i nostri consigli per sceglierli correttamente.

Dai la tua opinione

Share on facebook
Share on twitter
Share on email

Lascia un commento

Chiudi il menu